42° edizione del premio “Nadal Furlan” 2020

Nella foto i Sindaci emeriti del FVG che il 13 settembre 2008 hanno incontrato nella sede Arcivescovile di Praga il Nunzio Apostolico per la Cechia, l’Arcivescovo mons. Diego Causero originario di Moimacco (Ud)  personalità di spicco, che si è distino ed ha reso onore al Friuli Venezia Giulia sia a livello Regionale, come Vescovo e Patriarca di Grado (Go) e soprattutto come Nunzio apostolico a livello Internazionale, alle Nazioni Unite, in Siria, in Cechia, in Svizzera e Lichtenstein) dove ha professato la promozione umana e sociale valorizzando i valori cristiani e, quest’anno(2020)  insignito nella  42° edizione del premio “Nadal Furlan” 2020.

I sindaci emeriti contro lo spopolamento

I sindaci emeriti del Friuli Venezia Giulia si mobilitano contro lo spopolamento delle terre alte. “Molti di noi hanno vissuto l’epopea della ricostruzione, della rinascita del Friuli terremotato – spiega Elio di Giusto, presidente dell’associazione che li raggruppa- e non possono che rammaricarsi delle condizioni di progressivo arretramento della montagna”. Ma rammaricarsi vuol dire reagire. Ed ecco che il 16 novembre saliranno a Tolmezzo, da ogni parte della regione, per interrogarsi non tanto sul futuro, quanto sul presente e soprattutto sul futuro “se ci sarà, come noi auspichiamo”, di questa parte del Friuli. L’appuntamento è alle ore 10, nella sala conferenze dell’Unione della Carnia, a Tolmezzo. Introdurrà Di Giusto, porteranno i primi contributi il sindaco Francesco Brollo, il presidente dell’Anci, Dorino Favot, il presidente dell’Uncem, Ivan Buzzi, Giuseppe Napoli di Federsanità. Quindi la tavola rotonda tra i sindaci emeriti di Pontebba, Isabella De Monte, e di Tolmezzo, Iginio Piutti, e i sindaci in carica di Montereale Valcellina, Igor Alzetta, di Chiusaforte, Fabrizio Fuccaro, di San Pietro al Natisone, Mariano Zufferli, di Venzone Amedeo Pascolo. Concluderà i lavori l’assessore alla Montagna, Stefano Zanniet.

“Trattenere le famiglie di montagna è sempre più complicato, ma è doveroso farlo, altrimenti si inselvatichisce tutto. I sindaci sono le prime sentinelle, ma le risorse di cui dispongono i Comuni non sono sufficienti. Si pensi solo al costo del trasporto scolastico – spiega Di Giusto -. Quindi è indispensabile che la Regione intervenga con politiche incentivanti, di sostegno alle famiglie e alla piccola imprenditorialità. Indispensabili sono i servizi essenziali”.

L’assessore Zannier spiegherà quali politiche la Regione ha in campo. Da subito, evidentemente, perchè la montagna è in progressiva desertificazione.

I sindaci emeriti del Friuli Venezia Giulia ospiti in Trentino

“Quando sei stato sindaco, rimani sindaco per tutta la vita”. Così il presidente del Consiglio regionale di Trento Roberto Paccher, ha accolto nella sala del Consiglio regionale del Trentino, i direttivi delle associazioni sidanci emeriti del Trentino, Alto Adige, della Valle D’Aosta e del Friuli Venezia Giulia. Nel pomeriggio i sindaci emeriti delle tre Regioni autonome hanno partecipato a Pieve Tesino a un convegno sulla figura di Alcide De Gasperi tenuto dal presidente del Consiglio regionale Paccher, e Marco Odorizzi direttore della fondazione trentina Alcide De Gasperi. Al termine, la delegazione dei Sindaci emeriti del Friuli Venezia Giulia col presidente Di Giusto, si è recata alla casa di De Gasperi, accompagnata da una guida, in visita al museo ivi realizzato, riguardante la vita dello statista Alcide De Gasperi.

Di Giusto riconfermato presidente dell’Associazione Sindaci Emeriti

Recentemente si è tenuta a Palmanova l’Assemblea generale del sodalizio per l’approvazione della relazione del Presidente uscente, dei bilanci e il rinnovo del Consiglio Direttivo.

Di seguito a Villa Manin si sono riuniti gli eletti per la formazione del nuovo Consiglio con la distribuzione delle cariche sociali. All’unanimità è stato riconfermato Elio di Giusto Presidente dei sindaci emeriti della Regione Friuli Venezia Giulia. Vice Giovanna Bassi, Segretario Amos D’Antoni, tesoriere Mario Poiana coadiuvato da Marino Ermacora; consiglieri Alvaro Cardin, Adriano Corsi, Emilio Mulotti e Nasciso Varutti. Presidente dei revisori è stato eletto Renato Cisilin, che si avvarrà dei colleghi Giona Bigotto e Piergiorgio Zannese. Presidente dei Probiviri è stato invece eletto Vincenzo Sfiligoi, che con Ezio Cesarotto e Graziano Vatri, formato tale collegio, nella stessa riunione, in base all’art. 14 dello statuto, il Consiglio ha cooptato Valter Vecchiato per competenze in attività economiche; Mario Cosmo archivi comuni terremotati; Franco Stacul rapporti transfrontalieri; Roberto Molinaro rapporti istituzionali; Edi Colaoni Società partecipate dagli Enti locali e Rudi Manlio De Zorzi per i piccoli comuni. Il presidente nel ringraziare per la fiducia accordategli ha tracciato un primo piano programmatico per il triennio 2019-2022, che sono la ripresa dei contatti con l’Assessore regionale alle Autonomie Locali, Sicurezza, Immigrazione, Politiche Comunitarie e Corregionali all’Estero Pierpaolo Roberti su futuri assetti territoriali. Nell’ultima seduta prima della pausa estiva il Consiglio ha poi deliberato il programma di mandato per il triennio 2019-2022, che ha registrato un appassionato dibattito, con interventi che hanno tracciato il futuro dell’associazione sui dettami dello Statuto e sui rapporti che il sodalizio intende tenere con le istituzioni locali e la Regione Fvg, che con Legge n. 27/2012 ha istituito l’Albo Regionale dei Sindaci Emeriti. Tra le altre attività il Consiglio ha programmato incontri con le altre associazioni similari di ex Sindaci dell’arco alpino come l’Alto Adige, il Trentino e la Valle D’Aosta, sodalizi coi quali già da anni i Sindaci emeriti dialogano per utili collaborazioni ed esperienze reciproche.

Associazione dei Sindaci Emeriti del FVG in visita alla fabbrica Electrolux di Porcia

Un folto gruppo di Sindaci emeriti del Friuli Venezia Giulia a giugno 2019 si sono recati a Porcia (PN) in visita all’opificio Electrolux  organizzata da Alvaro Cardin, già Sindaco di Pordenone e componente del direttivo dell’ associazione, con la collaborazione della direzione aziendale e del Circolo Seniores Electrolux.

Ad accogliere la comitiva, il presidente del circolo Corrado Cordenons e il direttore dello stabilimento ing. Marcello Casadei, coadiuvati dalla responsabile risorse umane, dott.ssa Marzia Segato e dalla segretaria dell’opificio Maria Cristina Antonini. 

Interessante è stata la visita dei partecipanti ai reparti produttivi, accompagnati da guide esperte come, Giorgio Lorenzon, Sandro Maluta e Giacomo Sacilotto,  che hanno illustrato le funzioni dei vari reparti dello stabilimento che occupa oltre seicento addetti i quali producono elettrodomestici da esportare in tutto il mondo.   Al termine della visita, il presidente dell’associazione Sindaci emeriti del FVG, Elio Di Giusto ha consegnato a Casadei e a Cordenons, una targa e due pubblicazioni edite dai Sindaci emeriti, quali “I Sindaci della Liberazione” e “I Sindaci dalla Costituente a Oggi” che contengono anche i nominativi di tutti i Sindaci succeduti nei 215 comuni del Friuli Venezia Giulia dal 1946 a oggi.

I Sindaci emeriti del Friuli Venezia Giulia in “Tour nei Balcani”

Una quarantina di Sindaci emeriti del FVG hanno partecipato a maggio 2019, al viaggio culturale “Tour nei Balcani” una quattro giorni di visite ed escursioni alla città danubiana di Belgrado, capitale della Serbia, ricca di storia e di importanti monumenti.   I partecipanti hanno inoltre visitato altre città balcaniche, come Novi Sad, città cosmopolita e di grande cultura, capoluogo della Voivodina città scelta quale Capitale Europea della cultura per il 2021, infine gli associati si sono recati alla Fruska Gora per visitare i suoi importanti monasteri. Prima del rientro, la comitiva di Sindaci emeriti guidata dal presidente Elio Di Giusto, ha portato il saluto all’Ambasciatore d’Italia a Belgrado, Carlo Lo Cascio, che li ha ospitati e ringraziati per la visita, riservando loro una accoglienza istituzionale.

 

Consegna tessera al Presidente del Consiglio Regionale Piero Mauro Zanin

Il presidente dell’Associazione sindaci emeriti del FVG Elio Di Giusto, con il nuovo consiglio direttivo del sodalizio, ha consegnato al presidente del consiglio regionale Piero Mauro Zanin, già sindaco di Talmassons dal 2009 al 2018, la tessera di sindaco emerito del suo Comune.

Sindaci Emeriti a Sappada per il benvenuto in Friuli

A seguito dell’annessione del comune di Sappada al Friuli Venezia Giulia avvenuta a dicembre 2017, una delegazione di Sindaci emeriti si è recata a Sappada per un incontro con l’Amministrazione comunale.

Nella sala consiliare del Comune, il Sindaco Manuel Piller Hoffer nel portare il suo saluto della città agli ospiti, ha dato l’opportunità per uno scambio di vedute conclusosi con un intervento da parte della nostra associazione con il benvenuto ai cittadini nel Friuli Venezia Giulia.

 

Il libro “I Sindaci del F.V.G. dalla Costituente a oggi”

Il 18 aprile 2018 nel salone del Consiglio Provinciale di Udine, con una folta partecipazione, è stato presentato il libro degli autori Giannino Angeli e Amos D’Antoni “I Sindaci del F.V.G. dalla Costituente a oggi”. 

Il testo raccoglie i nominativi dei Sindaci di tutti i comuni della Regione a partire dalla Costituente del 1946 a oggi. Opera inedita che ha impegnato gli autori per circa tre anni alla ricerca di documentazione in tutti gli archivi del Comuni delle quattro Province.

L’opera è stata finanziata da:

Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia
Fondazione Friuli
Banca di Credito Cooperativo della Bassa Friulana
Banca di Credito Cooperativo di Basiliano

con il patrocinio di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
delle quattro Province
Province di Udine, Trieste, Pordenone, Gorizia
A.N.C.I.  FVG

 

Visita al Parlamento Europeo di Bruxelles

Una numerosa comitiva formata da sindaci e accompagnatori si sono recati al Parlamento Europeo di Bruxelles per una visita culturale, ospitati dalla europarlamentare Isabella De Monte anche lei Sindaco emerito di Pontebba. In via del tutto eccezionale è stato possibile seguire i lavori parlamentari che all’ordine del giorno prevedevano la trattazione di argomenti turistici.

Foto scattata il 27 settembre 2017